BLOCKCHAIN for dummuies: che cosa è e come funziona ?

Che cosa è e come funziona la Blockchain?

La BLOCKCHAIN è quella “ cosa “ che ci permette d’ inviare denaro direttamente e in modo sicuro, da me a voi e a chiunque altro sia possessore di bitcoin, senza passare da una banca, o una società di carte di credito, quindi senza passare da un intermediario . Infatti tutte le transazioni che avvengono tra portafogli e quindi tra individui, vengono registrate sulla Blockchain, a partire dalla transazione numero “1”, se così possiamo dire .
Ogni nodo-Miner presente sul Networking scarica tutta la Blockchain sui propri server e quando qualcuno fa’ una transazione o genera un portafoglio , il data base ( BLOCKCHAIN ) lo registra, evitando in questo modo anche il principio della spesa doppia ( double spending ) .

Che cosa è la spesa doppia ? Teoricamente ( ma solo in teoria ) , io potrei spedire 1 btc in mio possesso a chiunque, ma solo il primo a cui inoltrero’ il mio btc lo riceverà. Tutti gli altri invece non lo riceveranno e questo perchè è il data base ( BLOCKCHAIN ) che certifica le transazione e quindi garantisce la sicurezza della rete; nel db c’è scritto che io sono possessore di un solo btc e che l’ ho già speso ( inviato ).

La BLOCKCHAIN è fatta di blocchi che vengono generati almeno ogni 10 minuti e
all’interno di questi blocchi sono scritte tutte le transazioni. Si ok , ma perchè la BLOCKCHAIN ci permette di eseguire operazioni di transazione senza intermediari ? La risposta è piuttosto semplice: la BLOCKCHAIN è pubblica ! ; chiunque può visualizzarla in qualsiasi momento, perché risiede nella rete e non all’interno di un singolo Server / macchina, Banca o istituzione che possa verificare, controllare o conservare i dati presenti …. e magari MANIPOLARLI ! La BLOCKCHAIN è democratica perchè puo’ risiedere su qualsiasi pc e chiunque, in qualsiasi momento, può scaricarla , eseguirla ed utilizzarla .

A scadenza regolare, circa ogni 10 minuti, tutte le transazioni effettuate tra utenti ( come scambio di bitcoin, creazione di portafogli ecc ) vengono verificate, e “ concentrate “ in un unico “ foglietto “ della grandezza ( informatica ) di 1 Mb, quindi molto piccolo. Successivamente questo “ foglietto “ viene collegato al “foglietto “ precedentemente scritto, creando in questo modo una catena, la BLOCKCHAIN per l’appunto. Ogni blocco ( foglietto ) deve far riferimento al blocco precedente affinché sia considerato valido. Questa struttura impedisce a chiunque di modificare o manipolare la BLOCKCHAIN, perchè ogni transazione avvenuta, contribuisce a creare un blocco, ricevendo il consenso ( cioè la convalidata ) dalla rete , ossia di tutti i device sui quali la BLOCKCHAIN è installata.

Se hai capito questo, capirai anche che nella BLOCKCHAIN, è possibile memorizzare ogni tipo di informazione ci venga in mente, essa puo’ essere infatti programmata per registrare qualsiasi cosa abbia valore e importanza per la società, come per esempio certificati di nascita e morte, atti e titoli di proprietà, conti finanziari, voti, tracciabilità dei prodotti alimentari e non, partecipazione a corsi … e molto altro ancora.

@andreabelvedere

Andrea Belvedere

Ricercatore e consulente indipendente, interessato a Blockchain / DAG.

Condividi l'articolo con:
Andrea Belvedere

Andrea Belvedere

Ricercatore e consulente indipendente, interessato a Blockchain / DAG.