Armi e Droga !?!?! Sfatiamo alcuni miti

“Il bitcoin è il male, il bitcoin è usato per trafficare armi e droga.”

Questa cosa mi fa sorridere, riporto sopratutto quello che è stato risposto da un direttore di banca ad un giovane che chiedeva come meglio investire i suoi soldi ed ha azzardato a parlare di bitcoin al “direttore”.

Allora il sistema è un sistema di pagamento riconosciuto a livello mondiale.

Bisogna ricordare che :
1- un bitcoin vale sempre un bitcoin
2- il sistema è open source , quindi trasparente by default
3- tutte le transazioni sono pubbliche e tracciabili
4- Droga e armi le comprano e vendono anche senza bitcoin anzi….

Detto questo vi siete mai chiesti quanti euro o dollari esistono ? che movimenti ci denaro ci sono al giorno ?  Ecco di bitcoin si sa esattamente quanti ce ne sono, chi li usa e quando li ha utilizzati.

Tutte le transazioni di Bitcoin sono pubbliche, tracciabili e raccolte in maniera permanente nella rete di Bitcoin.

Detto questo per mantenere la tua Privacy utilizzando bitcoin devi:
– Usare indirizzi nuovi per ricevere pagamenti : dato che puoi detenere piu wallet bitcoin, per eseguire o ricevere bitcoin puoi usare un wallet diverso ogni volta:
– Non pubblicare in luoghi pubblici il proprio indirizzo bitcoin associandolo alla propria persona. ( come social network, internet o semplicemente stampare il proprio indizizzo bitcoin su un volantino )
– sapere che il tuo indirizzo IP dal quale esegui le transazioni può essere monitorato o tracciato.

Detto questo poi il mondo delle crypto è ampio e diversificato quindi per chi volesse avere una privacy by design esistono progetti dedicati:
– Verge
– Pivx
– Monero
– Zcash

Buona serata

Alessandro Bolgia

Mi occupo di tecnologia e consulenza, in particolare Open source a partire dal 2004.
Tutto il mondo deve beneficiare della tecnologia, l’open source è condivisione, collaborazione, innovazione.

Condividi l'articolo con:
Alessandro Bolgia

Alessandro Bolgia

Mi occupo di tecnologia e consulenza, in particolare Open source a partire dal 2004. Tutto il mondo deve beneficiare della tecnologia, l'open source è condivisione, collaborazione, innovazione.