Che cosa è HOLOCHAIN ?

Holochain è una specifica open source per la creazione di app decentralizzate

Nel post che segue l’idea è presentare la tecnologia di base di holochain (HOT) e mostrare quali sono le differenze con le blockchain tradizionali. Per una migliore e piu’ facile comprensione, non considereremo troppe specifiche tecniche di Holochain (HOT), nella speranza di dare una più ampia visione del progetto.

Prima del rilascio del whitepaper di Bitcoin (BTC), un gruppo relativamente darkness chiamato “The MetaCurrency Project” ha introdotto una tecnologia completamente diversa e a differenza di Satoshi Nakamoto, il loro intento non era creare denaro digitale (pseudo-) anonimo, ma  facilitare un migliore coordinamento sociale, con una tecnologia post o pre-blockchain chiamata appunto holochain.

LA CATENA DI HOLOCHAIN

Ogni utente di un’applicazione holochain acquisisce digitalmente le proprie azioni e/o voci,  scrivendole nella propria catena di hash locale: una catena per applicazioni. Queste catene garantiscono in particolare l’integrità dei dati, concatenando sequenzialmente gli hash.

La regola di base è che le voci della catena ( per esempio quella che risiede nel tuo pc ), devono seguire le regole dell’applicazione in cui queste sono generate. In caso contrario, l’integrità dei dati viene interrotta.

Non appena i dati vengono caricati in uno “spazio comune” e diventano qualcosa su cui gli altri fanno affidamento per generare dei contratti oppure utilizzarli per esempio, qui dovranno essere applicate le regole di holochain.

In holochain la replica dei record è condivisa su ciascun nodo=utente.

Holochain combina hashing, firme digitali e DHT per formare un libro mastro distribuito a prova di manomissione, dove l’ impronta digitale simile a questa:

6d28d7cf56c26dd99752b0cafc1b14865846e660

Se si modifica un solo byte nei dati,  l’hash non corrisponde più, invalidando di fatto il blocco e quindi le transazioni non valide, vengono semplicemente rifiutate dalla rete. Se qualcuno manomette i dati, si noterà la mancata corrispondenza tra i dati e l’hash e quindi ( i dati ) saranno rifiutati perchè considerati come non validi.

DHT ( tabella hash distribuita)

La tabella hash distribuita ( DHT ) è una classe di un sistema distribuito decentralizzato che fornisce un servizio di ricerca simile a una tabella hash : le coppie ( chiave , valore ) sono memorizzate in un DHT e qualsiasi nodo partecipante può recuperare in modo efficiente il valore associato a un dato chiave. Le chiavi sono identificatori univoci che si associano a valori particolari, che a loro volta possono essere qualsiasi cosa, dagli indirizzi, ai documenti, ai dati arbitrari . [1]La responsabilità di mantenere la mappatura dalle chiavi ai valori viene distribuita tra i nodi, in modo tale che una modifica nell’insieme di partecipanti causi una quantità minima di interruzioni. Ciò consente a un DHT di scalare su un numero estremamente elevato di nodi e di gestire arrivi, partenze e guasti continui dei nodi.

Fonte https://en.wikipedia.org/wiki/Distributed_hash_table

La tabella hash distribuita si comporta in sostanza come uno spazio pubblico in cui questi nodi condividono le informazioni. Tutto ciò che viene prodotto è spinto nel pubblico DHT. In seguito verrà replicato su una varietà di nodi che fornisce ridondanza.

CONVALIDA

Se hai mai scaricato un film o musica con BitTorrent, hai utilizzato la stessa tecnologia base di Holochain. Gli utenti di holochain accedono ai dati di altri dispositivi senza la necessità di un’istanza centralizzata per coordinare tutto.

Nelle reti di holochain esistono regole di convalida che devono soddisfare l’insert di nuove immissioni, per essere accettate e diffondersi ad altri nodi. Ciò significa che come utente di un’applicazione che utilizza holochain, è possibile scrivere in uno spazio comune solo se lo si fa in base ai termini di servizio inizialmente accettati.

Per garantire la disponibilità dei dati e disincentivare la NON partecipazione, ciascun utente (o nodo) porta una piccola parte dei propri dati disponibili sulla rete holochain e contrariamente ai sistemi blockchain, nessuno deve necessariamente contenere tutti o anche la maggior parte dei dati presenti sull’applicativo.

In questo senso, chiunque può partecipare, anche con un telefono cellulare alla rete holochain. Ed ognuno gioca secondo le stesse regole, il che significa che chi possiede un capitale maggiore non avrà nessuna certezza di esercitare un controllo predominante sulla rete.

 

dAPP SU HOLOCHAIN

Ogni dApp Ethereum per esempio, viene eseguita sulla rete Ethereum Blockchain pubblica. In holochain invece ogni singolo elemento puo’ lanciare la propria rete holochain, permettendo di fatto di gestire decine, o anche centinaia, di dApp holochain, completamente separate (!), addirittura sul proprio laptop e/o smartphone.

GRANDE GIOVE!!!

La rete holochain è veloce, soprattutto rispetto ai sistemi convenzionali ( Ethereum si prenda come riferimento) , in questo senso si stima che holochain è una tecnologia che puo’ essere piu’ veloce fino a 10.000 volte e piu’,  rispetto ai sistemi blockchain tradizionali.

Holochain supporta Javascript e Lisp. In questo senso possiamo dire  che ci sono molti sviluppatori Javascript e forse piu’ di Solidity, per questo si ritiene che lo sviluppo di applicazioni distribuit holochain sarà più veloce.

Holochain brilla soprattutto in tutto ciò che ha a che fare con il coordinamento sociale piccolo-grande. Ad esempio, social network, supply chain, cooperative, piattaforme p2p, app collaborative e reputazionali, criptovalute e credito reciproco.

Le prime applicazioni sono già in varie fasi di sviluppo. Ad esempio, puoi scaricare ed eseguire Clutter, una versione holochain di Twitter.


Blockchain ci ha promesso un futuro di decentramento e disintermediazione radicale, ma finora non è stato in grado di implementarlo a causa degli alti costi di comparazione e dell’incapacità di scala. Non abbiamo ancora visto la vera Killer App.

Come abbiamo visto nel confronto precedente, la holochain è in grado di soddisfare alcune o forse tutte le promesse, grazie alla sua superiore velocità, efficienza dei costi, scalabilità e, soprattutto, alla sua capacità evolutiva.

Inoltre, segna solo l’inizio di un cambiamento radicale dai modelli di leadership e controllo dell’organizzazione sociale verso un modello che apparentemente sembra davvero molto disintermediato.

C’è molto da imparare e da capire, ma forse siamo sulla strada giusta, forse agli albori di una nuova fase tecnologica che porterà magari ad un nuovo paradigma.

Stay Tuned.

Condividi l'articolo con: