Bitcoin Lightning Network in griglia di partenza

Molti rumors di questi giorni fanno presagire che il lancio della nuova tecnologia Lightning network di bitcoin sia ormai imminente. Ma in cosa consiste questa tecnologia e che effetti potrebbe produrre su Bitcoin?

La blockchain di Bitcoin allo stato attuale risulta essere “inadeguata” per gestire l’enorme flusso di transazioni che si susseguono continuamente. Il limite delle dimensioni del blocco consentono un massimo di 7 transazioni al secondo con dei costi di commissione molto elevati. Ciò fa ben immaginare la difficoltà di un utilizzo quotidiano e su larga scala di transazioni basate su bitcoin.

Questo succede perché ogni singola transazione deve essere registrata sulla blockchain come ad esempio una pagina che compone un enorme registro.

La Lightning Network è stata concepita per superare questo scoglio ed intervenire sulle transazioni e nello specifico sulle micro transazioni. Questa tecnologia propone quindi di creare un canale diretto e continuativo tra due soggetti dove sulla blockchain vengono registrati soltanto l’apertura e le chiusura del canale ma tutte le transazioni al suo interno avvengono off-chain, questo riduce in maniera drastica i tempi di completamento dell’operazione e soprattutto i costi ad essa legati.

L’apertura del canale consiste nell’allocare un quantitativo di bitcoin in una sorta di “cassetta di sicurezza” gestita dai nodi intermedi di Lightning (questa prima transazione verrà quindi registrata sulla blockchain). Una volta aperto il canale tutte le transazioni effettuate tramite questi nodi intermedi avverranno off-chain per cui istantanee e con fee molto basse.

A questo punto è facile immagine l’impatto sull’uso quotidiano di Bitcoin che questa tecnologia ( e altre parallele a questa) può avere. Il lancio dell’implementazione Alfa è previsto appunto in queste prime settimane di gennaio e ciò potrebbe andare ad influire sul valore della moneta anche se la schizzofrenica volatilità delle cryptovalute a cui stiamo assistendo è difficile da pronosticare.

Stay tuned

 

Condividi l'articolo con: