bitconio.net

Blockchain, commodities & Trading

AIBlockchain

Blockchain contro fake news nell’era digitale


blockchain contro fake news

Oggi la linea che separa realtà e finzione si fa sempre più sottile, soprattutto con la comparsa delle fake news. Queste creazioni, frutto dell’avanzata intelligenza artificiale (AI), sono in grado di manipolare video e audio con un realismo sempre più stupefacente, sollevando preoccupazioni per quanto riguarda la disinformazione e la sicurezza online. In questo contesto, blockchain contro fake news è il prossimo tema, una soluzione innovativa e promettente per contrastarne la diffusione di deepfake, offrendo un metodo di verifica e autenticazione basato sulla trasparenza e immutabilità.

Cosa sono le fake news?

I deepfake sono prodotti attraverso tecniche di intelligenza artificiale che permettono di alterare o creare contenuti falsi, ma incredibilmente realistici. Questa tecnologia, che si avvale dell’apprendimento profondo (deep learning), facilita la sovrapposizione di volti, la manipolazione delle espressioni facciali, la sintesi vocale e la modifica di scene video preesistenti. Nonostante le potenziali applicazioni benefiche, come in ambito cinematografico o educativo, i deepfake pongono serie questioni etiche e legali, in particolare quando vengono utilizzati per diffondere informazioni false o per attacchi alla reputazione.

 Il ruolo della Blockchain contro le fake news

La blockchain, grazie alla sua natura decentralizzata e alla capacità di registrare transazioni in modo sicuro e inalterabile, offre un meccanismo affidabile per certificare l’autenticità di contenuti digitali, inclusi video e audio. Implementando la blockchain, si può instaurare un sistema in cui ogni pezzo di contenuto è associato a un’impronta digitale unica (hash), conservata in un registro pubblico. Questo meccanismo fornisce funzionalità essenziali nella battaglia contro i deepfake:

Verifica dell’origine

Ogni file immesso nella blockchain è contrassegnato da un timestamp e dall’identità dell’uploader, garantendo la tracciabilità della sua origine e aiutando a distinguere i contenuti autentici da quelli manipolati.

blockchain contro fake news

Immutabilità

La registrazione sulla blockchain rende il dato immutabile; non può essere modificato o eliminato, assicurando che l’autenticità di un video possa essere sempre verificata, offrendo una difesa concreta contro la manipolazione dei contenuti.

L'arresto di Trump simulato dall'intelligenza artificiale: è bufera sulla foto fake - La Stampa

Trasparenza e Decentralizzazione

La blockchain assicura un registro pubblico accessibile a tutti, promuovendo una verifica autonoma dell’autenticità dei contenuti senza la necessità di un’autorità centrale. La sua natura distribuita su numerosi nodi elimina i punti unici di fallimento, aumentando la resilienza agli attacchi informatici e alle censure.

blockchain contro deepfake

Caso d’uso: combattere le fake news con la Blockchain

Un esempio concreto dell’applicazione di questa tecnologia è stato illustrato da Patil et al. (2021), che hanno proposto l’uso della blockchain per autenticare l’origine dei video e contrastare efficacemente i deepfake. Il loro approccio prevede l’utilizzo dell’algoritmo SHA3-256 per generare un hash unico di un file video, che viene successivamente registrato sulla blockchain.

Quando un utente desidera verificare l’autenticità di un video, può semplicemente confrontare l’hash del file con quello conservato sulla blockchain. Se gli hash corrispondono, il video è autenticato; diversamente, potrebbe essere stato alterato o generato tramite tecniche deepfake.

La diffusione dei deepfake rappresenta una minaccia significativa per l’integrità delle informazioni nel mondo digitale. Tuttavia, la blockchain emerge come uno strumento potente per rafforzare la fiducia, offrendo metodi di verifica dell’autenticità trasparenti e a prova di manipolazione. Mentre la tecnologia continua ad evolversi, l’adozione della blockchain potrebbe giocare un ruolo fondamentale nel proteggere la verità e la fiducia nell’era digitale, offrendo un contrappeso efficace alla disinformazione veicolata dai deepfake. In un mondo dove i confini tra reale e artificiale diventano sempre più indistinti, soluzioni innovative come la blockchain potrebbero essere essenziali per mantenere l’integrità e l’autenticità del contenuto digitale.

Nelle sfide e soluzioni legate ai deepfake e alla blockchain, è fondamentale arricchire la nostra comprensione con risorse che approfondiscano sia le potenzialità che le implicazioni di queste tecnologie. Un libro che spicca in questo contesto è “Blockchain Revolution: How the Technology Behind Bitcoin and Other Cryptocurrencies is Changing the World” di Don Tapscott e Alex Tapscott. Quest’opera disponibile anche in italiano, offre una panoramica esaustiva e accessibile della tecnologia blockchain, evidenziando come possa servire non solo come base per le criptovalute ma anche come uno strumento potente per garantire l’autenticità e la veridicità delle informazioni nell’era digitale.

Giornalista di 404media supera il KYC su OKX e altre piattaforme con tecnologia Deepfake

Un giornalista di 404media ha superato con successo il controllo KYC sulla piattaforma OKX utilizzando l’intelligenza artificiale. Questo metodo ha funzionato anche per Kraken, Bybit, Bitget, Huobi e PayPal, segnando un ulteriore successo nell’uso dell’IA per creare deepfake, un trend emergente anche nel mondo delle criptovalute

blockchain contro fake news

Cinque articoli che discutono l’argomento dell’uso della tecnologia blockchain per contrastare la tecnologia deepfake e che dovresti leggere:

  1. “Making Sense of Blockchain for AI Deepfakes Technology” di Abbas Yazdinejad, R. Parizi, Gautam Srivastava, A. Dehghantanha (2020) discute i potenziali casi d’uso e soluzioni per affrontare la tecnologia deepfake tramite le funzionalità e caratteristiche della blockchain fonte.
  2. “Blockchain Based Approach for tackling Deepfake videos” di Ujwal Patil, P. Chouragade (2021) esplora l’implementazione delle tecniche blockchain per risalire e determinare l’origine dei media digitali, aiutando così nel riconoscimento efficace dei video deepfake fonte.
  3. “Combating Deepfakes: Multi-LSTM and Blockchain as Proof of Authenticity for Digital Media” di Christopher Chun Ki Chan, Vimal Kumar, Steven Delaney, Munkhjargal Gochoo (2020) fornisce un quadro teorico che abilita la prova di autenticità (PoA) per i media digitali usando una blockchain decentralizzata e multipli LSTM fonte.
  4. “Deepfake Detection: A Systematic Literature Review” di M. Rana, M. N. Nobi, B. Murali, A. Sung (2022) include discussioni su tecniche basate su blockchain tra altri metodi per il rilevamento dei deepfake
  5. “Fake News, Disinformation, and Deepfakes: Leveraging Distributed Ledger Technologies and Blockchain to Combat Digital Deception and Counterfeit Reality” di P. Fraga-Lamas, T. Fernández-Caramés (2019) esplora il potenziale delle DLT per combattere l’inganno digitale, inclusi i deepfake fonte.

Link utili

https://www.hts-italy.com/articoli/truthster-certificare-lautenticita-e-il-consenso-dei-contenuti-giornalistici-con-la-blockchain/

Https://www.Takamaka.io

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale