Fork Segwit2x: bitcoin legacy, bitcoin cash , bitcoin2x alla resa dei conti !!

Share it in your socials. Thank you.

bitcoin Legacy Vs bitcoin Cash Vs bitcoin2X: ne resterà soltanto UNO !

PROLOGO

L’unica possibilità per fare in modo che bitcoin ottenga il predominio definitivo ed incontrastato del mercato è che ci dovrebbe essere un solo btc !. Troppo complicato avere un ecosistema di cryptocurrency supplementari, che entrano in gioco ogni volta, perchè questo richiede tempi di applicazione, svilupppi,
programmazione molto alti. Lo scenario ideale sarebbe quello di avere una sola cryptovaluta che venisse globalmente accettata, perchè i continui Fork, che destabilizzano e dividono il valore del marckcap, non fanno altro che favorire le crypto alternative.

I CONTENDENTI DI BITCOIN

Legacy Bitcoin (BTC), era la criptovaluta top in termini di accettazione del mercato e usabilità, ma a partire dal 2015 le cose sono cambiate, ma in peggio: la rete è diventata congestionata, le transazioni hanno iniziato a rallentare e a diventare lente e soprattutto sono lievitate le fees a tal punto da diventare molto spesso inaccettabili. Molti commercianti hanno abbandonato bitcoin ed hanno inziato ad accettare altre cryptocurrency come forme di pagamento, crypto che il piu’ delle volte funzionano meglio, soprattutto perchè non hanno tutti i difetti raccontati sopra.

A quel punto la cosa piu’ semplice che si sarebbe dovuto fare era quella di aumentare il blocco e spostarlo da 1 MB ad un valore piu’ alto. 1 Mb era il valore che Satoshi Nakamoto aveva inpostato inizialmente come misura temporanea, per evitare transazioni spam; invece si è iniziato a ragionare ( … ) in termini di miglioramenti sempre piu’ lontani dalla visione di Nakamoto fino ad arrivare a SegWit – a proposito ma tutte le vulnerabilità sulla sicurezza, sono state risolte ? – un nuovo sistema, che serve solo ad implementare Lightning Network ( LN ) (in un futuro ancora non definito LN), sulla rete bitcoin.

In sintesi, Legacy Bitcoin non è più esattamente quello che pensiamo di conoscere, ma è stato stravolto per assomigliare sempre piu’ a qualcosa di non decentralizzato e disintermediato, una cosa diversa da bitcoin.


Bitcoin Cash (BCH)

Bitcoin Cash è un Fork di bitcoin, nato il 1° Agosto del 2017 al blocco 478.558. Che cosa ha fatto BCH ? semplice ! ha aumentato il limite del blocco a 8 Mb, permettendo otto volte il throughput delle transazioni di Legacy bitcoin.
BCH ha rimosso l’ RBF ( Lo scopo di questa funzione è quello di permettere agli utenti di pagare una tassa più elevata per le transazioni che sono bloccate e non confermata ) e SegWit, tornando così il Bitcoin del disegno originale, secondo whitepaper di Satoshi e rendendolo di nuovo effettivamente utile per i commercianti e le micro transazioni. L’incremento del blocco ad 8 mb per altro, potrebbe rendere possibili transazioni veloci come quelle che atualmente avvengono con i sistemi Visa.

Bitcoin Cash ha 5 team di sviluppo indipendenti, quindi “decentralizzati” e BCH stà guadagnando sempre biu’ quote di mercato ed attualmente, con una capitalizzazione di $11.000.000.000 circa è la 3° crypto per valore di Cap.

Oltretutto l’adozione Merchant, sempre piu’ spinta sta portando BCH a prendere quote sempre piu’ importanti. Oltre alle funzionalità appena citate, Bitcoin Cash, ha anche una funzione importante, chiamata regolazione di difficoltà emergenza (EDA), che impedisce la morte a catena, in caso di un’improvvisa perdita di potenza hash sulla rete e questa sembra essere per altro l’ altra differenza sostanziale tra Legacy e Bitcoin Cash.

Infatti se su Legacy bitcoin si perde troppo potere di hashPower, le transazioni vanno nel MemPool e a quel punto iniziano ad accumularsi, in maniera consequenziale le tasse aumentano a livelli sempre piu’ elevati e alla fine tutto smette di funzionare.

Se le transazioni non verranno confermata per giorni, i commercianti non potranno ricevere pagamenti in tempo e, infine, se questo continua per un lungo periodo, la catena viene congelata nel limbo per sempre. In caso di una morte vera e propria, tutti gli investitori, i minatori e gli utenti, rischiano di perdere i loro soldi.

Allo stato attuale Bitcoin Cash è l’unica moneta senza questo difetto MORTALE.

Bitcoin SegWit2X

bitcoin2X ancora non esiste, ma sarà un FORK duro alla catena legacy bitcoin, prevista per il prossimo 15 Novembre, all’altezza del blocco 494.784. Questa forcella accadra’ ( ? ) a seguito dell’accordo di NewYork ( NYA ), portando il blocco attualmente a 1 Mb a 2 Mb e, a tutti gli effetti, si tratta di un compromesso tecnico, accettato dai miner per attivare SegWit.

Dal momento che nessuno dei miner sia giuridicamente vincolato ad accettare il NYA, tutti sono in attesa di capire cosa acadrà al blocco 494.784 e sebbene sia in atto la campagna di propaganda No2X che mira principalmente a mantenere bitcoin ancorato al blocco 1 Mb e a farlo funzionare con SegWit, la domanda che dobbiamo farci è: che senso ha (ora) SegWit2x, se adesso c’è Bitcoin Cash ?.


CONCLUSIONE

Quello che vorrei capire ora, è il senso di questo ultimo Fork; in particolare adesso, l’idea è che si voglia constringere il sistema bitcoin legacy ad accettare un compromesso che lo porta lontano dal reale schema di Satoshi Nakamoto, introcuendo meccanismi sempre piu’ centralizzati ( SegWit + LN ) sia per i merchant che per gli sviluppatori.

Se bitcoin è una tra le piu’ importanti scoperte dell’umanita’, allora non si dovrebbe comprometterla per proprio arbitrio ed interesse di parte, ma migliorarla senza stravolgerla. La percezione invece è che adesso stia succedendo esattamente questo.

Azioni continue di “miglioramento”, che altro non fanno che accentrare, invece che decentralizzare utilizzo e tecnologia. Ora arriva il Fork e forse anche la resa dei conti.

Ah…!! forse non lo sai, ma invece dovresti sapere,  che Venerdi 10 Novembre, parleremo proprio di questo, con un incontro assolutamente da non perdere dal titolo ” BITCOIN FORK “. Il relatore sarà Franco Cimatti presidente della bitcoin Foundation Italia.

Se vuoi partecipare clicca sul Link

Siate Pronti e siate soprattutto consapevoli !

@AndreaBelvedere

 
Resta aggiornato con la nostra Newsletter