Come funziona RenVM

Share it in your socials. Thank you.

Loong Wang, CTO, Ren spiega come funziona RenVM e come facilita il trasferimento di valori privati e senza autorizzazione tra qualsiasi Blockchain

Che cos’è esattamente RenVM? E come raggiunge l’interoperabilità senza centralizzazione o fiducia? Il post che segue approfondisce RenVM, discutendo alcune delle parti di livello inferiore che fanno funzionare il protocollo.

Traduzione in Italiano, articolo in lingua originale QUI

  • renBCH per BCH su Ethereum e
  • renZEC per ZEC su Ethereum.

Che cos’è RenVM?

Un custode versatile decentrato, senza fiducia e senza autorizzazione

Il modo più semplice per immaginare RenVM è innanzitutto pensare a un custode fidato che detiene le tue risorse digitali mentre si muovono tra blockchain. Dai BTC a RenVM, detiene quel BTC e lo estrae come ERC20 (aka renBTC) su Ethereum con un rapporto 1: 1 per garantire che il tuo renBTC sia sempre supportato dalla stessa quantità di BTC.

Tre differenze importanti

1. Scambio di valori fluidi
Invece di archiviare il BTC in una configurazione di custodia centralizzata o affidabile, RenVM archivia il BTC in una rete di nodi decentralizzati (chiamati Darknodes). Una volta che RenVM riceve BTC, estrae immediatamente una rappresentazione ERC20 1: 1, che gli utenti e le app DeFi possono utilizzare. Una sottigliezza importante è che questo scambio di valori (conio e combustione) è fluido ; può essere fatto centinaia di volte al minuto, in qualsiasi momento e in qualsiasi importo senza centralizzazione, commercianti, firmatari o attrito, consentendo lo spostamento continuo di risorse digitali cross-chain (cioè l’interoperabilità).

2. Composibilità
Un’altra differenza è che RenVM è compostabile (pensa ai blocchi lego DeFi). Può essere estratto dagli utenti finali e integrato direttamente nelle app DeFi. Utilizzando adattatori specializzati, le app DeFi possono offrire funzionalità cross-chain ai propri utenti senza che gli utenti debbano preoccuparsi di conio / masterizzazione / avvolgimento / non-imballaggio. Qualsiasi persona – o app – può utilizzare e integrare RenVM. Il risultato finale è che gli utenti possono scambiare BTC su un DEX, prestare / prendere in prestito BTC su una piattaforma di prestito o collateralizzare attività sintetiche utilizzando BTC e usare sempre e solo BTC reale per farlo. L’utente non deve mai vedere renBTC o, in alcuni casi, persino Ethereum stesso.

3. Decentrato, senza fiducia e senza autorizzazione
Le chiavi private ECDSA utilizzate all’interno di RenVM sono completamente segrete, anche dai nodi stessi. RenVM genera e firma i dati con le sue chiavi private ECDSA usando un algoritmo di calcolo multipartitico sicuro . Nessuna parte può impedire agli utenti di coniare il renBTC con il proprio BTC, bruciare il proprio renBTC per recuperare BTC o utilizzare il proprio renBTC nel modo che desiderano.

Queste tre differenze fondamentali distinguono RenVM da qualsiasi altra soluzione simile attualmente esistente fornendo interoperabilità universale.

Ok, quindi capisco cos’è RenVM ma come funzionano questi movimenti a catena incrociata?

Qualsiasi risorsa coniata su Ethereum da RenVM è un ERC-20 supportato 1: 1. Ciò significa che se hai 1 renBTC (un ERC-20), puoi sempre riscattarlo per 1 BTC. È una spina di fornitura diretta. renBTC non è un sintetico, non si basa su un meccanismo di liquidazione e non è il prezzo di Bitcoin su Ethereum. È una rappresentazione uno a uno di Bitcoin su Ethereum che può essere riscattata per BTC in qualsiasi momento, in qualsiasi importo.

Minting BTC su Ethereum

Per coniare renBTC, devi semplicemente inviare BTC a un indirizzo Bitcoin:

1) Bob vuole usare il suo BTC in DeFi, quindi trova un’app che integra RenVM e quando richiesto, l’app genererà un indirizzo Bitcoin unico (questo è l’indirizzo di uno script Bitcoin che è spendibile solo da uno degli ECDSA segreti di RenVM chiavi private).

2) Bob invia 1 BTC all’indirizzo fornito e attende 6 conferme Bitcoin. Una volta che sono passate 6 conferme Bitcoin, RenVM produce immediatamente una firma conio usando una delle sue chiavi private ECDSA segrete, e Bob prende questa firma e la usa per coniare 1 renBTC (meno la commissione RenVM ) sul portafoglio Web3 designato da Bob (ad esempio MetaMask).
* Nota: questi passaggi vengono generalmente eseguiti automaticamente dall’interfaccia utente e non devono comportare azioni esplicite da parte di Bob.

3) Ora Bob può prendere quel renBTC e usarlo in qualsiasi app DeFi che gli piace. Può contrarre prestiti, negoziare su Uniswap, commerciare a margine, collateralizzare Dai e guadagnare interessi sul suo BTC. In particolare, questo renBTC è completamente fungibile e può essere scomposto in qualsiasi quantità ed è indistinguibile dal renBTC coniato da altri.

Riscatto BTC da Ethereum

Il riscatto è semplice come il conio e X renBTC è sempre riscattabile per X BTC. Quando Bob è pronto per tornare a BTC, brucia il suo renBTC per riscattare la stessa quantità di BTC reale:

1) Bob vuole indietro il suo vero BTC, quindi trova un’app che integra RenVM e quando richiesto dall’interfaccia utente, Bob fornisce il suo indirizzo Bitcoin (la destinazione per il BTC riscattato). Una volta fornito, lo invia come parte di una transazione in fiamme a Ethereum.

2) Bob paga una piccola quantità di gas per la transazione su Ethereum, attende un breve periodo per le conferme di Ethereum. RenVM vede quindi che renBTC è stato masterizzato e rilascia la rispettiva quantità di BTC al suo indirizzo Bitcoin specificato (meno la commissione RenVM ).

3) Ora Bob ha il suo vero BTC nel portafoglio e può fare ciò che gli piace.

LINK ARTICOLO https://medium.com/renproject/how-renvm-actually-works-c2f76a2630c4

 

 

 

Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale