COMUNICATO STAMPA: la violazione dell’e-shop Trezor è una bufala

Share it in your socials. Thank you.

 

Un hacker sconosciuto ha elencato dati apparentemente trapelati di clienti dall’e-shop Trezor per le offerte recenti. Abbiamo analizzato a fondo il campione di dati e possiamo confermare che non corrisponde ai dati dei nostri clienti nell’e-shop. Possiamo anche assicurare ai nostri utenti Trezor Wallet che i loro dati non sono stati interessati. Abbiamo valutato le informazioni come una bufala principalmente a causa dei seguenti fatti:

* Il contenuto e la struttura dei dati trapelati non corrispondono ai dati dell’e-shop Trezor e sembrano fabbricati.
* Trezor ha forti protocolli sulla protezione dei dati che includono l’anonimizzazione dei dati dell’e-shop dopo un periodo di 90 giorni dall’acquisto.
* L’e-shop Trezor non è e storicamente non era in esecuzione sulla piattaforma Shopify, che è stata menzionata come fonte dei dati trapelati.

Come funziona il protocollo di anonimizzazione di Trezor?

L’e-shop Trezor raccoglie esclusivamente i dati necessari per la consegna del prodotto. Questi dati vengono utilizzati solo a fini logistici. Dopo aver raccolto i dati, li trattiamo come altamente sensibili. Sappiamo che, nel settore dei bitcoin, la privacy dei dati è estremamente importante. Dopo 90 giorni dall’ordine, rimuoviamo tutti i dati sensibili dai nostri sistemi online. Ciò riduce al minimo l’impatto di potenziali violazioni.

Suggerimenti professionali per la gestione della privacy dei dati

Anche se questa informazione è una bufala, c’è sempre qualcosa da imparare da essa. Trattiamo i tuoi dati con la massima privacy. Idealmente vorremmo non avere affatto le tue informazioni personali reali. Ma sappiamo che il tuo pacco deve essere consegnato da qualche parte, quindi ecco alcuni suggerimenti su come ridurre al minimo la perdita di dati anche dalla tua parte:

* Se possibile, ordina i tuoi beni utilizzando l’indirizzo dell’azienda per cui stai lavorando e falla consegnare lì.
* Puoi anche dire alla tua reception che utilizzerai uno pseudonimo.
* Se non è possibile consegnare la merce nel proprio ufficio, è consigliabile utilizzare una casella postale.
* Usa sempre un’e-mail speciale in cui eviti il ​​tuo vero nome.
* Se hai davvero bisogno di condividere il tuo numero di telefono, condividi il lavoro preferibilmente.

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale