Creare applicazioni ibride di blockchain / cloud con Ethereum e Google Cloud, grazie a CHAINLINK

Google ha annunciato in un post sul suo blog che i creatori di app ethereum che utilizzano il software di Google saranno in grado di integrare i dati da fonti esterne alla blockchain attraverso una partnership con Chainlink, una società che fornisce garanzie ed informazioni necessarie ad eseguire codice autoeseguibile chiamato contratto intelligente. ORACOLO.

L’integrazione con Chainlink, che offre un servizio chiamato oracolo per integrare dati come tassi di interesse e informazioni sui prezzi, dalla finanza tradizionale ai contratti intelligenti su catena, aggiungerà un ulteriore livello a queste capacità, consentendo l’implementazione diretta di processi sulla blockchain.

“Un processo aziendale implementato come un contratto intelligente, solitamente viene eseguito su catena, e questo è di utilità limitata se questo non ha accesso agli input fuori catena”.

“Per chiudere il ciclo e consentire l’interoperabilità bidirezionale, dobbiamo non solo rendere i dati blockchain disponibili a livello di programmazione per i servizi cloud, ma anche i servizi cloud disponibili a livello di programmazione su catena per i contratti intelligenti.”

Allen Day, sviluppatore senior di Google Cloud

Day ha dimostrato nel post come un’applicazione smart contract per una criptovaluta come ethereum potrebbe utilizzare l’integrazione tra Chainlink e BigQuery per regolare le scommesse speculative nei mercati di previsione, elaborare contratti futures per ridurre i rischi e rendere le transazioni più private.

Chainlink ha raccolto $ 32 milioni in un’offerta iniziale di monete a settembre 2017 e la sua facilitazione di contratti intelligenti (ORACOLO ) potrebbe aiutare a consentire piani di pagamento più creativi per servizi come i voli delle compagnie aeree in caso di ritardo e molto altro ancora in casi di uso che ti invito a leggere QUI.

Con l’aiuto di consulenti del settore e altri esperti, il team di giornalisti ed editori di Forbes ha identificato più di 100 grandi aziende che esplorano attivamente la blockchain attraverso consorzi industriali e altri progetti proprietari. Il nuovo elenco ne comprende 50, con entrate o valutazioni minime di $ 1 miliardo e operazioni in particolare negli Stati Uniti, tra queste  Forbes ha riconosciuto gli sforzi includendo Google nella Blockchain 50 di aprile, che elenca appunto 50 aziende che utilizzano i registri decentrati in modi innovativo.

Stay Tuned.

Condividi l'articolo con: