USA: l’OCC approva l’introduzione di moneta stabile.

Ti è piaciuto l'articolo ? Condividilo nei tuoi social, 👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇 Grazie !

L’OCC: le banche istituite a livello federale possono facilitare i pagamenti di Stablecoin ed emetterne di proprie

L’Office of the Comptroller of the Currency (OCC) ha pubblicato oggi una lettera che chiarisce l’autorità delle banche nazionali e delle associazioni federali di risparmio di partecipare a reti di verifica dei nodi indipendenti (INVN) e utilizzare Stablecoin per condurre attività di pagamento e altre funzioni consentite dalle banche .

“Mentre i governi di altri paesi hanno costruito sistemi di pagamento in tempo reale, gli Stati Uniti si sono affidati al nostro settore dell’innovazione per fornire tecnologie di pagamento in tempo reale. Alcune di queste tecnologie sono costruite e gestite da consorzi bancari e altre si basano su reti di verifica dei nodi indipendenti come le blockchain “, ha affermato Brian P. Brooks, Acting Comptroller della valuta. “Il gruppo di lavoro del presidente sui mercati finanziari ha recentemente articolato un solido quadro per inaugurare un’era di infrastrutture finanziarie basate su stablecoin, identificando rischi importanti e consentendo al contempo di gestire tali rischi in modo agnostico dalla tecnologia.

La lettera dell’agenzia conclude che una banca nazionale o un’associazione di risparmio federale può convalidare, archiviare e registrare le transazioni di pagamento fungendo da nodo su un INVN. Allo stesso modo, una banca può utilizzare gli INVN e le relative stablecoin per svolgere altre attività di pagamento consentite. Nell’implementazione di queste tecnologie, una banca deve rispettare la legge applicabile e pratiche bancarie sicure, solide ed eque.

Impegnarsi in INVN all’interno del sistema bancario federale può migliorare l’efficienza, l’efficacia e la stabilità delle attività di pagamento e ottenere i vantaggi dei pagamenti in tempo reale già goduti in altri paesi. Ad esempio, tali attività possono essere più resilienti di altre reti di pagamento a causa della natura decentralizzata degli INVN, che consente a un numero relativamente elevato di nodi di verificare le transazioni in modo affidabile. Un INVN limita anche la manomissione o l’aggiunta di informazioni imprecise al database perché le informazioni vengono aggiunte alla rete solo dopo che è stato raggiunto il consenso tra i nodi che convalidano le informazioni.

Le banche devono anche essere consapevoli dei potenziali rischi quando conducono attività correlate a INVN, inclusi rischi operativi, rischi di conformità e frodi. Le nuove tecnologie richiedono competenze tecnologiche sufficienti per garantire che le banche possano gestire questi rischi in modo sano e sicuro. Le banche hanno esperienza nella gestione di tali rischi, che sono simili a quelli di altre attività elettroniche espressamente consentite per le banche, inclusa la fornitura di servizi di custodia elettronica, la funzione di autorità di certificazione digitale e la fornitura di servizi di elaborazione dati. Tra i rischi di compliance,

Le banche dovrebbero sviluppare e attuare nuove attività coerentemente con solide pratiche di gestione del rischio e dovrebbero allinearsi ai piani e alle strategie aziendali globali delle banche.

Link: https://www2.occ.gov/

Scarica a questo LINK la lettera interpretatita.

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale
  
Ti è piaciuto l'articolo ? Condividilo nei tuoi social, 👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇 Grazie !