Classifica: paesi che utilizzano valuta virtuale su base giornaliera

Ti è piaciuto l'articolo ? Condividilo nei tuoi social, 👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇 Grazie !

L’indice globale di adozione delle criptovalute 2021: l’adozione mondiale supera l’880% con piattaforme P2P che guidano l’utilizzo della criptovaluta nei mercati emergenti

La società di analisi blockchain Chainalysis ha creato una classifica dei paesi in cui vengono utilizzati quotidianamente asset crittografici (valuta virtuale) come Bitcoin (BTC) , utilizzando il proprio “indice di adozione della valuta virtuale”.

Il “Cryptocurrency Adoption Index” di Chainalysis è un indice sviluppato per scoprire quanto attivamente le persone commerciano; Chainalysis, si è concentrata sui casi d’uso relativi alle transazioni e ai risparmi del pubblico in generale.

Valuta 154 paesi da tre indicatori:

* criptovaluta on-chain ricevuto

* importo delle vendite al dettaglio on-chain trasmesso

* volume di scambi sugli scambi P2P (peer-to-peer).

Ciascun indice è rettificato in considerazione della parità di potere d’acquisto.

Stati Uniti e Cina in calo

Dal giugno 2020, i volumi di scambio P2P negli Stati Uniti e in Cina sono diminuiti, il che potrebbe aver influito sulle classifiche.

Ma mentre l’ingresso di esperti e investitori istituzionali nelle transazioni di cripto sta progredendo negli USA, l’inasprimento sulle transazioni sembra alla base del calo del volume delle transazioni P2P in Cina.

Vietnam con un forte interesse per le valute virtuali

Il Vietnam, che si è classificato al primo posto quest’anno, ha mostrato un alto livello di interesse pubblico per le criptovalute. Secondo un sondaggio del 2020 della società di statistiche Statista, il Vietnam ha avuto la seconda più alta percentuale di intervistati al mondo che “hanno usato o posseduto criptovalute” al 21%. (mentre al 1° posto è la Nigeria)

L’adozione nei mercati emergenti cresce, grazie alle piattaforme P2P

Diversi paesi nei mercati emergenti, tra cui Kenya, Nigeria, Vietnam e Venezuela, sono in cima all’ indice, in gran parte perché hanno enormi volumi di transazioni su piattaforme peer-to-peer (P2P) se adeguati al PPP pro capite e alla popolazione che utilizza Internet . Le nostre interviste con esperti in questi paesi hanno rivelato che molti residenti utilizzano gli scambi di criptovaluta P2P come rampa di accesso principale alla criptovaluta, spesso perché non hanno accesso agli scambi centralizzati.

Sapendo questo, non sorprende che le regioni con molti mercati emergenti rappresentino una parte enorme del traffico Web verso i siti Web dei servizi P2P.

Cosa guiderà la prossima ondata di adozioni?

I dati mostrano che il crescente volume delle transazioni per i servizi centralizzati e la crescita esplosiva della DeFi stanno guidando l’utilizzo della criptovaluta nel mondo sviluppato e nei paesi che hanno già avuto un’adozione sostanziale, mentre le piattaforme P2P stanno guidando una nuova adozione nei mercati emergenti.

Ora la domanda è: ” quanta adozione continuerà su quelle categorie di piattaforme rispetto ai modelli nuovi ed emergenti che non abbiamo ancora visto ?“.

Link: https://blog.chainalysis.com/

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale
  
Ti è piaciuto l'articolo ? Condividilo nei tuoi social, 👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇 Grazie !