Ray III CEO FTX: rivelazioni e colpi di scena emergono dalle carte


Ray III CEO FTX

John J. Ray III CEO FTX, ha esposto istanza di fallimento, presentando la situazione dell’azienda come un “completo fallimento della governance societaria“.

Ma non solo …

Mai nella mia carriera ho visto un fallimento così completo dei controlli aziendali e un’assenza così totale di informazioni finanziarie affidabili come in questo caso. Dall’integrità compromessa dei sistemi e dall’errata supervisione normativa all’estero, alla concentrazione del controllo nelle mani di un gruppo molto ristretto di individui inesperti, non sofisticati e potenzialmente compromessi, questa situazione è senza precedenti.

Si apprende che non solo le richieste di pagamento erano “allegre”, in pura gestione CIRCO, ma addirittura i soldi dei depositari venivano distratti per l’acquisto di Ville …

I Debitori non disponevano del tipo di controlli sugli esborsi che ritengo appropriato per un’impresa commerciale. Ad esempio, i dipendenti del Gruppo FTX presentavano le richieste di pagamento attraverso una piattaforma di “chat” online, dove un gruppo eterogeneo di supervisori approvava gli esborsi rispondendo con emoji personalizzati..

Una delle carenze più diffuse dell’attività di FTX.com, in particolare, è l’assenza di registrazioni durature del processo decisionale. Il signor Bankman-Fried ha spesso comunicato, utilizzando applicazioni che erano impostate per cancellarsi automaticamente dopo un breve periodo di tempo e incoraggiava i dipendenti a fare lo stesso.

Nei documenti emerge anche la situazione finanziaria di Alameda Research ed in particolare:

i crediti verso parti correlate, pari a 4,1 miliardi di dollari presso Alameda Research (consolidata), sono costituiti principalmente da un prestito concesso da Euclid Way Ltd. a Paper Bird Inc. (un debitore) per 2,3 miliardi di dollari e da tre prestiti concessi da Alameda Research Ltd.: uno a Bankman-Fried per 1 miliardo di dollari, uno a Singh per 543 milioni di dollari e uno a Ryan Salame per 55 milioni di dollari.

si evince una distrazione di fondi per 1.4 Miliardi di Usd per prestiti personali a SBF e ad altri individui tra cui Salame, in una operazione che ha più la “forma” di una sottrazione di denaro che di operazione finanziaria.

Queste ed altre amene  brutalità emergono dalle carte , che ti puoi leggere qui 👇

CONCLUSIONI

Una storia del genere non può essere inventata, anche se dovesse essere inventata di proposito.

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale