Emettere token asset garantiti da Stablecoin


Token garantiti da Stablecoin.

Takamaka introduce un protocollo di livello 2, di fatto una Hashchain costruita sulle librerie Takamaka, che ha lo scopo di migliorare e rendere veloci i tempi per l’accesso nel mondo della blockchain alle aziende interessate e di permettere l’emissione di Token garantiti da Stablecoin.

Nella Hashchain, le parti coinvolte accettano di utilizzare una serie di messaggi firmati digitalmente per interagire con i token, di fatto per poter interagire con la blockchain è necessario disporre di un wallet e dei token necessari per pagare i costi di transazione. 

L’utente abilitato sarà in grado di accedere alla blockchain e cercare le transazioni di conferma in modo indipendente, sapere dove i token garantiti da stablecoin sono stati inviati, senza che vengano addebitati costi, e l’interazione potrà essere suddivisa in vari microservizi in base al grado di criticità dei dati e al tipo di operazione.

Per l’interazione con l’app l’SDK, non si necessita di sostanziali estensioni visto che la firma di una transazione di contratto o di una transazione di token non presenta differenze sostanziali. Le differenze sarebbero solo nella visualizzazione degli oggetti e dipenderebbe dal modello di utilizzo.

La libreria per la gestione delle transazioni, firma digitale e creazione ripristino delle chiavi utente sono già disponibili per Android sulla git al seguente link: https://github.com/takamaka-dev/TakamakaSDK, mentre per IoS chiedi pure al Team !

Cos’è la Hashchain

La Hashchain è una struttura unidirezionale, che non può essere invertita dopo che l’hash del blocco è stato confermato e dove tutte le interazioni sono concatenate e legate tramite una sequenza di firme digitali non alterabili, che includono sempre l’hash del messaggio precedente. 

In questo tipo di chain si ha un identico funzionamento dei wallet rispetto alla blockchain principale, solitamente queste reti normalmente sono usate per coordinarsi in un ambiente chiuso o per fare l’offload della rete principale.

Ad intervalli predeterminati o dopo un certo numero di interazioni, l’Hashchain invia una transazione di resoconto sulla blockchain Takamaka, in modo da ottenere una marca temporale delle operazioni effettuate e, dal momento che l’address mittente sara’ uno certificato ( precedentemente registrata associando al nome una serie di indirizzi Takamaka), sarà sempre assicurata la sua autenticita’.

Con questa operazione si rende quel blocco finale e tutti i suoi predecessori immutabili.

Questa operazione potrà essere eseguita da chiunque in qualunque momento al costo della semplice scrittura di un hash nella blockchain takamaka.io. 

Emettere Token Asset garantiti da Stablecoin

Attraverso la Hashcahian di Takamaka, a tutti gli effetti una blockchain parallela che comunica con la Blockchain principale, è già possibile generare tokens.

Il tutto rimane decentralizzato e privato e i nuovi Tokens avranno caratteristiche che hanno valore metrico deciso preventivamente dall’utente o dall’azienda.

Come noto il Token è un gettone, ossia una rappresentazione capace di rendere usabile su blockchain qualsiasi cosa appartenga al mondo reale, di fatto grazie ai Token è possibile frammentare beni mobili ed immobili, ticket, gaming, voucher, NFT, e molto altro ancora.

La velocità di transazione sulla Hashchain Takamaka è pressoché istantanea, ed i costi vengono sempre decisi a priori dall’azienda emettitrice.

La generazione di Tokens avviene acquistando prima i Token Red $TKR, che saranno sempre scambiabili tra Wallet Takamaka e con $TKR a un controvalore economico sempre definito.

$TKR è la stablecoin di Takamaka, ha valore di 1 USD, garantita da Ailia SA, sempre scambiabile in qualsiasi momento con valuta FIAT.

Infrastruttura

La creazione e la distribuzione dei Tokens, può essere implementata in un microservice java che si appoggia ad un DB della vostra azienda e grazie a questa scelta le possibilità per la creazione di un prodotto su blockchain sono notevoli.

Invece di realizzare un progetto nel suo intero, ha più senso dividere i compiti e allacciare tra di loro i vari piccoli pacchetti, chiamati Microservices.

In questo caso il Microservice viene utilizzato per la gestione dei bilanci dei token degli utenti

e può interfacciarsi al database azienda per:

– creare token quando necessario

– gestire bilanci in modo consistente

– creare le hashchain di transazioni che rappresentano le movimentazioni dei token degli utenti

– gestire lo spostamento dei token fra i vari wallet

Il servizio permetterà di aggiornare in modo rapido il prodotto minimizzando i tempi di manutenzione, creando istanze multiple e aggiornando  in modo continuativo la logica dell’applicativo per introdurre continui usecase.

Il microserver è scritto in java e basato su una versione avanzata di glassfish, sebbene sia possibile implementarlo utilizzando Java Webflux e rimuovere il microserver glassfish utilizzando una versione ancora più ottimizzata delle API.

Vantaggi della Hashchain

Spesso aziende e dev preferiscono non rischiare di perdere soldi o lavorare su piattaforme che non conoscono. Grazie alla Hashchain gli sviluppatori possono testare e distribuire nuove idee senza alcun rischio e a basso costo.

La soluzione Hashchain di Takamaka è già pronta per essere utilizzata e rappresenta una valida “palestra” per dev e aziende, che vogliono iniziare a capire come funziona Blockchain, come si creano Token e come si gestiscono.

La soluzione del Microservice Java collegato al db dell’azienda, crea di fatto molte possibilità di sviluppo e sarà a discrezione di chi programma, inventare infiniti casi d’uso sfruttando una tecnologia Open Source a basso costo.

Per informazioni Visita www.takamaka.io
Scrivi al team info@takamaka.io

 

Ricerca il documento attraverso la

Tx Hash: R0HYgh0vrZwlMVmYFN5iU_EVXhMYjXEzF0-3AyP_NOs.

Oppure puoi ricercare il documento utilizzando la parola chiave: Emettere token asset garantiti da Stablecoin

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale