Un mercato per asset digitali: integrazione delle DLT con le infrastrutture di mercato


Un mercato per asset digitali

La crescita di un mercato per asset digitali, sia nativi (ad es., non-fungible tokens, utility tokens) che relativi a risorse non digitali (ad es., security tokens, stablecoins, e-money tokens), è strettamente legata alla crescente diffusione, tra gli investitori, delle piattaforme basate su Distributed Ledger Technologies (DLT). L’aumento del volume delle transazioni che coinvolgono asset digitali rende utile indagare come la moneta di banca centrale possa contribuire a renderne il regolamento più sicuro ed efficiente. Sebbene ciò non appaia al momento strettamente necessario, le banche centrali dovrebbero prepararsi a garantire di poter mantenere la moneta di banca centrale al centro del processo di regolamento delle attività finanziariamente rilevanti. Questo richiede l’identificazione di possibili soluzioni per accrescere l’interoperabilità tra infrastrutture attualmente indipendenti: quelle che disciplinano lo scambio di asset digitali e quelle che forniscono servizi di regolamento in moneta di banca centrale. Un modo per raggiungere questo obiettivo è permettere a queste transazioni di fluire nelle infrastrutture dei mercati finanziari, dove la moneta di banca centrale è gestita in modo sicuro. Questo implica la costruzione di un “ponte” tra le piattaforme DLT e le infrastrutture dei mercati finanziari.

Questo articolo, che trovi Qui, analizza diversi modelli di interoperabilità e descrive i risultati di due attività di sperimentazione, le quali valutano due diverse soluzioni per sincronizzare la “gamba” titoli (asset‑leg) e la “gamba” contante (cash‑leg) di una transazione di tipo DvP (Delivery versus Payment). Entrambe utilizzano la piattaforma TARGET Instant Payment Settlement (TIPS) per fornire i servizi di regolamento della “gamba” contante. La prima, chiamata “TIPS Hash‑Link“, è un protocollo leggero, basato su API e indipendente dalla DLT che consente un’integrazione a basso accoppiamento delle infrastrutture dei mercati finanziari con la maggior parte delle piattaforme DLT. Ispirato al protocollo Hash‑Time Locked Contracts (HTLC), TIPS Hash-Link è stato specificamente progettato per superare alcuni scenari di errore comunemente sperimentati con HTLC, sfruttando TIPS come garante per i fondi e uno smart contract per coordinare le operazioni del DvP sulla DLT in modo sicuro e consistente. La seconda soluzione, chiamata “TIPS‑Algorand Just In Time Locking“, utilizza le funzionalità offerte dalla specifica piattaforma DLT utilizzata, Algorand. In particolare, sfrutta una funzionalità nativa della DLT scelta che semplifica le transazioni del DvP garantendone l’atomicità; in quanto tale, questo approccio richiede che i due sistemi siano direttamente collegati per interagire tra loro.

Scarica il documento integrale Qui

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale