In Nigeria pronto un disegno di legge sulle criptovalute


Valute digitali in Nigeria

Il presidente della commissione per il mercato dei capitali e le istituzioni della Camera dei rappresentanti, Babangida Ibrahim, ha rivelato che la camera adotterà presto una legge che consentirà le valute digitali in Nigeria.

L’Investment and Securities Act, 2007 (Emendamento) Bill, una volta approvato e firmato in legge, consentirà alla Securities and Exchange Commission di riconoscere la criptovaluta e altri fondi digitali come capitale per gli investimenti.

La proposta di legge definirà anche i ruoli normativi della Banca centrale della Nigeria e della SEC per quanto riguarda la valuta digitale.

Mercoledì Ibrahim aveva presentato rapporti sui progetti di legge che cercavano di fare riforme nel mercato dei capitali.

Ibrahim, in un’intervista con il nostro corrispondente sulle bollette di sabato, ha sottolineato che la Nigeria deve fluire con innovazioni economiche globali.

“Abbiamo bisogno di un mercato dei capitali efficiente e vivace in Nigeria. Per farlo, dobbiamo essere aggiornati sulle pratiche globali. Negli ultimi tempi, ci sono molti cambiamenti nel mercato dei capitali, in particolare con l’introduzione di valute digitali, scambi di materie prime e tante altre cose essenziali, che devono essere incluse nella nuova legge”.

“Sono digitali. Ecco perché – se ricordi – quando la criptovaluta è stata inizialmente bandita in Nigeria, il CBN ha scoperto che la maggior parte di questi investitori non utilizza nemmeno conti locali. Quindi, non sono sotto la giurisdizione del CBN. Poiché non utilizzano account locali, il CBN non può controllarli in alcun modo.

“Tutti questi sono alcuni dei problemi che abbiamo considerato di dover regolamentare – Ha concluso Babangida Ibrahim

Valute digitali in Nigeria, il secondo paese al mondo ad introdurre CBDC

Nell’ottobre 2021, la Nigeria aveva introdotto ufficialmente la valuta digitale (CBDC) “eNaira” emessa dalla banca centrale, di fatto il secondo paese al mondo ad adottare la CBDC, dopo Sand Dollar alle Bahamas.

Tuttavia sebbene la Nigeria vanti un interessante primato, l’uso della moneta elettronica eNaira si è rivelato scarsamente utilizzato dalla popolazione Nigeriana

Un recente rapporto della società di analisi blockchain Chainalysis, ha evidenziato l’uso personale di criptovalute nell’Africa subsahariana, che riguarda tutti i paesi a sud del deserto del Sahara, concludendo che l’uso delle criptovalute è in aumento a livello di base.

Chainalysis ha notato che il trading di criptovalute è particolarmente popolare in Nigeria e Kenya. Entrambi i paesi hanno avuto un’elevata penetrazione delle transazioni P2P (peer-to-peer) se ponderate in base al potere d’acquisto e alla popolazione.

Secondo Chainalysis, l’importo delle rimesse di criptovaluta on-chain ricevute dall’Africa subsahariana tra luglio 2021 e giugno 2022 ha raggiunto circa $ 100,6 miliardi, con un aumento del 16% anno su anno.

Link per approfondimenti: https://punchng.com/proposed-cryptocurrency-law-to-define-cbns-roles-reps/

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale