Oro vs Bitcoin: lo stimolo guidato dalla pandemia alimenta la crescente rivalità

Ti è piaciuto l'articolo ? Condividilo nei tuoi social, 👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇 Grazie !

bitcoin ha guadagnato terreno per rivaleggiare con l’oro

Il bitcoin ha guadagnato terreno per rivaleggiare con l’oro come investimento in una riserva di valore perché, come l’oro, è una copertura contro la svalutazione e la volatilità della valuta , affermano fonti del mercato delle criptovalute.

Gli esperti dell’oro aggrottano le sopracciglia alle affermazioni. Il World Gold Council, che mira a stimolare e sostenere la domanda per il metallo giallo, sostiene che l’oro, un “asset liquido di alta qualità”, è più pratico, con fonti di approvvigionamento più diversificate e la cui proprietà è meno concentrata. Dopotutto, è stato un mezzo di scambio per oltre 2000 anni.

L’oro può completare il nuovo arrivato in uno scenario di inflazione diffusa dei prezzi delle attività. “Bitcoin non riesce a sostituire il ruolo dell’oro in un portafoglio … l’aggiunta di Bitcoin a un portafoglio può garantire un’allocazione più elevata all’oro, probabilmente come un modo per gestire la volatilità aggiuntiva”, sostiene WGC.

Ma la rivalità è chiaramente presente. E un punto di svolta potrebbe arrivare se le banche centrali iniziassero a considerare seriamente Bitcoin come un’estensione del loro già riconosciuto interesse nello sviluppo di versioni digitali delle valute nazionali.

“Il più grande ostacolo per l’oro a breve termine è il Bitcoin”, ha dichiarato Jon Deane, CEO di Trovio, una società commerciale di materie prime digitali con sede in Australia, in un’intervista.

“È visto come un’alternativa all’oro, una classe di attività o materie prime emergenti: gran parte della domanda di oro è caduta dai mercati dei gioielli e della Banca centrale nel 2020 , anche se potrebbe tornare quest’anno”.

“L’oro ha perso terreno rispetto a Bitcoin poiché i fondi degli investitori sono fluiti verso la criptovaluta nel momento del commercio”, ha detto John Meyer del broker di metalli SP Angel.

“Bitcoin fornisce un’ulteriore diversificazione. Anche se non vediamo l’oro perdere il suo fascino come copertura anti-inflazione, deve condividere nuovi flussi di fondi con Bitcoin e potrebbe ritirarsi nei giorni in cui lo slancio attira più fondi”.

Declino del dollaro

La debolezza del dollaro – prevista dalla maggior parte degli analisti per continuare a medio termine – è una delle chiavi del successo di Bitcoin.

“Un dollaro più debole è naturalmente una merce rialzista”, ha detto Deane.

COVID-19 ha portato “un’enorme ondata di svalutazione della valuta” e lo scenario di ripresa vedrà un’impennata di Bitcoin con il crollo dei sistemi legacy, afferma Juan Pablo Thieriot, CEO di Uphold, uno dei principali broker digitali.

“Abbiamo perso un anno di attività economica, ma il mercato rialzista ha imperversato a causa degli stimoli. COVID ha causato più stampe di denaro in un periodo abbreviato che in qualsiasi momento negli ultimi 200 anni”.

“Questo è ciò che guida la corsa di Bitcoin: dovrebbe anche guidare l’oro e altri asset derivati ​​non in dollari”.

Accettazione mainstream

L’investimento in bitcoin sta diventando sempre più mainstream. “Non è più una bolla speculativa al dettaglio”, ha detto Thieriot in un’intervista. “Le tesorerie aziendali, comprese Tesla e Microstrategy, così come un’ondata di gestori di denaro, stanno ora scegliendo Bitcoin sia come copertura contro la svalutazione della valuta, sia per necessità competitiva  .

Le somiglianze di Bitcoin con l’oro possono spiegare parte del suo successo, così come il suo significativo aumento di valore negli ultimi anni.

Soprannominato “oro digitale”, Bitcoin sembra destinato a mantenere un valore innato perché i suoi 21 milioni di unità sono un’offerta limitata. L’offerta di mercato dell’oro, sebbene non finita, può essere considerata limitata, persino scarsa.

Valori in aumento

L’aumento dell’oro è stato inesorabile negli ultimi 50 anni, accompagnando l’inflazione e riflettendo l’aumento dei costi di produzione man mano che le miniere si approfondivano.

Da una media mensile registrata dalla London Bullion Market Association di $ 35,18 / oz nel gennaio 1968, ha toccato un record di $ 2,067 / oz ad un certo punto nell’agosto 2020. Gli investitori hanno cercato le sue qualità di rifugio sicuro mentre le economie si sono ridotte durante la pandemia COVID-19 e gli Stati Uniti il dollaro si è indebolito, l’offerta di moneta è cresciuta e il debito si è gonfiato.

L’oro si è attestato a $ 1.744 / oz il 14 aprile, in calo dello 0,21% nel corso della giornata. SP Angel, uno dei principali osservatori dei prezzi, ritiene probabile che testerà di nuovo $ 2.000 / oz nei prossimi 18 mesi “sulla nuova crescita e sulla pressione sui prezzi delle materie prime”.

Il produttore Serabi Gold prevede anche che il prezzo dell’oro si ribaserà sopra i $ 2.000 / oz nei prossimi anni. In un’e-mail a S&P Global Platts, il CEO Mike Hodgson ha attribuito questo a solidi fondamentali, indicando ancora una volta la svalutazione della valuta legata agli enormi pacchetti di stimoli forniti dai governi.

L’ascesa di Bitcoin è stata a dir poco esplosiva. Da un’unità del valore di $ 0,08 al suo lancio nel 2008 come valuta alternativa per contrastare gli impatti della crisi finanziaria globale, ha recentemente raggiunto $ 60.000 per unità, sostenuta da un investimento di $ 1,5 miliardi dalla Tesla di Elon Musk – prima di indietreggiare leggermente.

L’offerta totale è valutata intorno ai $ 700 miliardi, dai $ 200 miliardi di pochi anni fa: una fetta dell’universo totale delle criptovalute di circa $ 1,75 trilioni. “Si sta avvicinando a un livello rilevante e sta diventando attraente per gli investitori da un punto di vista istituzionale”, secondo Deane.

Gli analisti ritengono che il suo valore potrebbe quasi raddoppiare quest’anno fino ad almeno $ 80.000 per unità, mentre l’oro dovrebbe tornare a oltre $ 2.000 / oz. La volatilità può suonare un campanello d’allarme: secondo un rapporto del WGC di febbraio, il Bitcoin è stato quattro volte e mezzo più volatile dell’oro negli ultimi due anni.

“Il bitcoin viene scambiato come un asset tattico” ad alto numero di ottani “, ha detto il WGC.

Il registro di Bitcoin su una blockchain pubblica rende le transazioni immutabili e sicure. Non può essere violato a causa della sua natura decentralizzata. A differenza dell’oro, non ci sono problemi di contrabbando o minerali da conflitto in Bitcoin, anche se le sue origini potrebbero mancare di trasparenza.

“La reputazione di Bitcoin sta migliorando, è completamente trasferibile, senza confini e puoi portarlo ovunque con te e usarlo per pagare cose su piattaforme tra cui Amazon”, ha detto Deane.

Ma in termini di credenziali ambientali, Bitcoin potrebbe effettivamente essere paragonato sfavorevolmente all’oro. L’estrazione di bitcoin richiede una potenza di calcolo elevata che lo rende altamente dispendioso in termini di energia. Ha “un’impronta di carbonio peggiore dell’oro ed è forse lo strumento finanziario più sporco mai creato”, ammette Thieriot.

Un rapporto di ricerca della Bank of America del 17 marzo ha etichettato le emissioni di carbonio derivanti dall’estrazione di Bitcoin come uno “sporco segreto”, collegando Bitcoin al carbone cinese a causa del potere degli investitori cinesi. “Il suo punteggio ambientale è scarso: la rete emette oggi circa 60 milioni di tonnellate di CO2, lo stesso della Grecia”, affermano gli analisti della BoA.

Chi sta investendo?

Con l’avvento di investitori aziendali come Musk, il mercato Bitcoin non è più il regno dei tecnologi e dei millennial che lo hanno favorito dieci anni fa.

“Siamo passati da commercianti al dettaglio a investitori istituzionali, compresi i principali fondi pensione e hedge fund, vedendo Bitcoin come uno spazio di investimento importante negli ultimi due o tre anni”, ha detto Deane, contando Standard Chartered e Goldman Sachs tra gli investitori.

Le banche centrali, che in passato hanno attribuito grande importanza all’oro, non sono note finora per aver investito in questa alternativa digitale, sebbene Theiriot lo consideri “inevitabile” in futuro. Il preside di Trovio indica un posto per Bitcoin come valuta di riserva, anche se più probabile nelle economie emergenti rispetto a quelle sviluppate.

Per Hodgson di Serabi Gold, questi sviluppi non rappresentano una seria minaccia per il metallo prezioso: “Bitcoin crea un’alternativa all’oro per gli investitori per coprire l’esposizione alle valute legali, ma non vediamo che intacchi il fascino dell’oro”, ha detto.

“C’è anche il rischio che venga influenzato da una nuova legislazione che potrebbe ridurre drasticamente l’attrattiva degli investimenti [di Bitcoin]”.

Quindi la corsa verso Bitcoin è sostenibile? Secondo BoA, l’argomento principale del portafoglio per detenere Bitcoin non è la diversificazione, i rendimenti stabili o la protezione dall’inflazione, ma piuttosto l’apprezzamento del prezzo, un fattore che dipende dalla domanda di Bitcoin che supera l’offerta. Ciò lo mantiene eccezionalmente volatile e suscettibile alle variazioni del valore in dollari. In breve, proprio come l’oro …

Link: https://www.spglobal.com/

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale
  
Ti è piaciuto l'articolo ? Condividilo nei tuoi social, 👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇👇 Grazie !