Che cosa sono gli smart contract ?

Cosa sono gli smart contracts e cosa c’entra la blockchain ? In quale modo gli smart contracts cambieranno la nostra vita ?

Nel 2008 il protocollo Bitcoin ha introdotto una nuovo modo di trasferire diritti: il  modello di Blockchain, uno schema matematico che combina una serie di algoritmi per  procedere all’incorporazione di determinati diritti, in una stringa digitale trasferibile.  Una delle evoluzioni di quel protocollo è rappresentata dagli smart contract, un
modello ancora da definire nei dettagli tecnici e giuridici.

Ora la domanda che ti faccio è: ” ti sei mai chiesto che cosa sono gli smart contracts e perchè qualcuno dice che sono il futuro ?” . La prima cosa che devi sapere è che tutto parte dalla Blockchain, una tecnologia assolutamente promettente perchè veloce , economica e sicura .

Gli smart contract ci possono aiutare a scambiare denaro, proprietà, titoli azionari o qualsiasi altra cosa abbia un valore riconosciuto dalla società, in modo trasparente e automatico, senza conflitti e senza il bisogno di rivolgersi a intermediari o terze parti che controllano.

Per certi aspetti possono essere paragonati a dei distributori automatici, in cui basta inserire un ” qualcosa ” ( bitcoin oppure ethereum ) e in cambio ottenere quello di cui si ha bisogno, che a seguire viene inviato direttamente sul tuo conto.

Come recentemente ha spiegato Vitalik Buterin, il programmatore 23nne che ha creato Ethereum, nel corso di un summit sulla Blockchain a Washington

 un asset o una valuta vengono trasferiti in un programma che esegue questo codice particolare e a un certo punto convalida una condizione e determina automaticamente se l’asset deve andare alla persona A o tornare alla persona B, se bisogna operare un risarcimento o una qualche combinazione di queste tre possibilità. Nel frattempo il libro mastro contabile archivia e replica il documento, fornendo così un certo livello di sicurezza e irreversibilità ” .  Gli smart contracts possono essere costruiti su una qualsiasi Blockchain, ma allo stato attuale è Ethereum la piattaforma più sfruttata per costruire questi contratti, perchè ohe offre una capacità di elaborazione tecnicamente infinita.

BLOCKCHAIN

Questi contratti intelligenti possono essere, per esempio, utilizzati per le Elezioni, costruendo all’atto pratico un sistema che preveda la protezione dei voti attraverso un registro immutabile, inviolabile, a cui nessuno ha accesso, qualora si volessero effettuare dei brogli.

Forse te lo sei perso , ma qualche tempo fa’ abbiamo parlato di BOULE’, la startUp Italiana che stà sviluppando attraverso la blockchain di ethereum e i contrattti intelligenti un sistema di voto remoto. Vai al Link.

In questo senso la blockchain azzera ogni possibilità di cattiva comunicazione, grazie alla sua precisione e trasparenza e automatizzazione Il sistema. Inoltre nessun compromesso e nessun errore sono possibili perchè vengono by-passate le classiche attuali discrepanze, come perdite di dati e/o frodi, che possono portare a cause legali e ritardi.

La Blockchain automatizza tutte i compiti e anche i pagamenti e pone uno scenario diverso dall’attuale,  perchè in ogni caso il contratto viene eseguito a …  prescindere ! .

ESEMPI

Barclays Corporate Bank utilizza gli smart contract per segnare i cambiamenti di proprietà e trasferire i pagamenti in maniera automatica ad altre istituzioni finanziarie.

Molto interessanti sono i casi di smart contracts applicati alla ” vita di tutti i giorni “…

Tramite l’impiego di smart contract una compagnia assicurativa può modificare le sue tariffe in base alle condizioni in cui i clienti stanno guidando i loro mezzi di trasporto.

Oppure lo smart contracts potrebbe essere apllicato all’identità digitale e stabilire per esempio se una persona è maggiorenne oppure no.

Forse non sai ancora che BITCONIO ha organizzato per il 20 OTTOBRE un CORSO con il massimo esperto mondiale di SMART CONTRACT: Thomas Bertani . SEI INTERESSATO ? Vai qui per visualizzare i contenuti e fai la tua iscrizione.

Condividi l'articolo con: