bitconio.net

Blockchain, commodities & Trading

CryptoeconomyFinanza decentralizzata

Come spendere criptovalute con la carta di credito


Utilizzare criptovalute con carta di credito

Utilizzare criptovalute con carta di credito: ” libertà finanziaria con Bit.Store Card “.

Per chi si avvicina per la prima volta alle criptovalute, “Bitcoin per la libertà finanziaria: Come il futuro della valuta può cambiare la tua vita: Raggiungi la tua libertà finanziaria grazie alla crypto più importante” di di Dominio Business Online, una guida essenziale. Questo libro, spiega in modo completo e accessibile cosa sono i Bitcoin, come funzionano, come acquistarli e conservarli.

Rivoluzione digitale e privacy: esplorando l’anonimato nelle Criptovalute e le carte di credito anonime

  1. Usabilità e Sicurezza di Bitcoin: Uno studio che indaga le percezioni e le esperienze degli utenti riguardo a Bitcoin, un sistema di pagamento digitale anonimo, confrontandole con i sistemi di pagamento non anonimi come le carte di credito/debito. Gli autori concludono che Bitcoin è ancora agli inizi e richiede un’educazione degli utenti e un nuovo approccio al design centrato sull’utente per migliorare l’usabilità e la percezione di sicurezza (Alshamsi & András, 2019).
  2. Identificazione di Account di Criptovalute: Questo lavoro esplora la possibilità di identificare gli account degli utenti in diverse criptovalute attraverso il loro portafoglio di investimenti, evidenziando che le transazioni potrebbero non essere sempre anonime come si pensa (Aghaee, 2021).
  3. Carte di Credito Anonime: Uno studio che illustra come implementare carte di credito anonime usando protocolli crittografici semplici, risolvendo un problema di collusione che determina se un sottoinsieme di utenti può scoprire informazioni progettate per essere nascoste (Low, Maxemchuk & Paul, 1996).
  4. Zerocoin: Una proposta di estensione crittografica di Bitcoin che permette transazioni valutarie completamente anonime, superando le limitazioni di privacy di Bitcoin grazie all’uso di prove a conoscenza zero non interattive (Miers, Garman, Green & Rubin, 2013).
  5. CoinParty: Un servizio di mixing decentralizzato per Bitcoin che mira a migliorare l’anonimato delle transazioni dei suoi utenti attraverso un mix delle loro monete con quelle di altri utenti, fornendo deniabilità plausibile e superando le debolezze dei servizi di mixing esistenti (Ziegeldorf et al., 2015).
 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale