Trezor One – Il golden standard dei portafogli hardware

Share it in your socials. Thank you.

Il primo passo verso il pieno controllo e l’indipendenza della tua sicurezza finanziaria è prendere il pieno possesso dei fondi in criptovaluta senza dipendere da nessuno.

Questo è anche un passo significativo verso il duro percorso: diventare la banca di te stesso. A questo punto, potresti aver deciso che un portafoglio hardware è la soluzione più giusta, quindi la domanda che adesso ti devi fare è: “Quale portafoglio hardware è la soluzione giusta per me?

Questa recensione mira a introdurre Trezor One – il portafoglio hardware originale – e a volgere uno sguardo su diversi punti di vista: design, sicurezza, esperienza d’uso e convenienza.

Trezor One: Crittovaluta e sicurezza per tutti

Trezor One è un portafoglio per la criptovaluta hardware. È un computer progettato per tenere i tuoi fondi fuori dalle portata di male intenzionati e da chi cerca di rubarteli. Ha le dimensioni di un portachiavi per auto e si collega al computer tramite un cavo USB. Probabilmente la caratteristica più importante del dispositivo è che mantiene le chiavi private in un ambiente isolato, quindi anche se hai collegato il dispositivo a un computer infetto, i fondi non saranno mai compromessi.

Trezor One, se confrontato con il design di livello successivo di Trezor Model T, è più semplice e più conveniente, ma con lo stesso livello di sicurezza. Rende la sicurezza indipendente accessibile alle masse, ed è un ottimo punto di partenza per i principianti della crittovaluta.

Trezor One supporta le principali valute crittografiche (Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Zcash, ecc.) così come centinaia di altri altcoin.

Prime impressioni: Disimballaggio

Trezor One viene fornito in una confezione nera dall’aspetto pulito. La scatola è avvolta in un foglio di plastica e protetta da ologrammi a prova di manomissione. La scatola è incollata, quindi è impossibile aprirla senza strappare il cartone. È importante assicurarsi che la confezione non sia danneggiata e restituire immediatamente al produttore eventuali confezioni dall’aspetto sospetto.

La scatola contiene il dispositivo stesso, un cavo USB, un cordino, una guida per iniziare, una scheda di recupero dei semi e quattro adesivi.


Potreste rimanere sorpresi da quanto sia leggero e semplice il dispositivo. Dato il suo scopo, rendere il design il più semplice possibile è logico – più semplice è, meno punti deboli ha. Il dispositivo è realizzato in plastica leggera ma altamente resistente. Ha un piccolo schermo, due pulsanti e una porta USB. Nel complesso, il pacchetto è organizzato in modo ordinato e contiene tutto ciò di cui avete bisogno.

Interfaccia utente: Un’esperienza fluida

La guida contenuta nel pacchetto vi spiega come impostare il vostro nuovo Trezor. Il processo è piuttosto semplice e l’interfaccia vi guida in tutto il processo. Il punto più importante è scrivere il vostro seme di recupero e conservarlo in un luogo sicuro. Il seme (seed) di recupero vi aiuta a recuperare i vostri fondi in un altro Trezor se perdete o danneggiate quello attuale.

Tuttavia, è anche la chiave per i vostri fondi nel caso in cui qualcuno vi rubi il dispositivo. E’ consigliato conservarlo su un pezzo di carta o su un materiale più resistente, in un luogo a cui solo voi avete accesso. Dovreste anche attivare la protezione del PIN fin dall’inizio.

In Trezor Wallet, l’interfaccia web è stata progettata per essere facile da usare anche per chi è nuovo nelle crypto.

L’esperienza utente è fluida e sicura. Trezor richiede di confermare ogni transazione in uscita o generazione di indirizzi direttamente sul dispositivo. Questo significa che non dovete fidarvi del computer a cui siete collegati, ma solo del vostro Trezor.

Potete utilizzare Trezor anche con altre interfacce e servizi di terze parti, tuttavia, è meglio impostare il dispositivo direttamente nel Trezor Wallet.

Sicurezza: Approvato da esperti

Trezor ha la reputazione di essere un dispositivo sicuro e trasparente. Uno dei punti di forza della sicurezza di Trezor è che tutto, sia l’hardware che il firmware, è open-source e pubblico su GitHub. La comunità e gli esperti di sicurezza sono in grado di controllare e verificare il dispositivo, ed eventualmente è possibile costruirne uno da soli. A differenza di altri prodotti concorrenti, non esiste una scatola nera segreta.

Il dispositivo viene consegnato vuoto senza firmware preinstallato – ve ne occuperete voi durante il processo di configurazione. Come già detto, è protetto da PIN e consente di etichettare il dispositivo e di modificarne la schermata iniziale per renderlo immediatamente riconoscibile, in modo che non possa essere sostituito da un falso dopo averlo configurato.

Tutte le impostazioni importanti, la firma della transazione e la generazione dell’indirizzo di ricezione, richiedono una conferma sul dispositivo. Sarete in grado di vedere l’intero indirizzo sullo schermo durante la conferma, senza doverlo scorrere. Le chiavi private sono conservate in un ambiente isolato, quindi le probabilità che vengano rubate sono estremamente basse.

Visita https://shop.trezor.io/

 
Resta aggiornato con la Newsletter Settimanale